Prendi i biglietti e scappa. Riflessioni dopo una seduta consiliare

ùÈ stato bocciato ricevendo tre soli voti favorevoli l’emendamento alla convenzione sullo stadio San Paolo presentato ieri dalla sottoscritta e da Carlo Iannello, per eliminare la pratica della cessione di biglietti omaggio in occasione delle partite del Napoli. Appena tre consiglieri hanno ritenuto che questo tipo di omaggio fosse poco opportuno da un punto di vista etico, considerando che i consiglieri stessi sono chiamati a regolamentare, tra le altre cose, i rapporti economici che legano la Società sportiva calcio Napoli (azienda privata) all’ente di palazzo San Giacomo.

Come se non bastasse, durante l’itera seduta, e trasversalmente da membri di tutti gli schieramenti, sono piovuti insulti più o meno espliciti nei confronti miei e del collega Iannello, culminati nell’arringa guascona e inelegante del primo cittadino, che esprimendosi attraverso un linguaggio opinabile e vernacolare, ci ha accusati di fare demagogia (…da quale pulpito!), di non avere storia politica, di essere invidiosi e di “andare in freva” evidentemente in riferimento all’approvazione della convenzione stessa (una convenzione, per inciso, che cede al Napoli l’impianto a un prezzo molto favorevole).
A poco è servito l’aver spiegato poco prima, al primo cittadino (evidentemente distratto) e agli altri consiglieri, che la nostra proposta era tutto fuorché una sparata qualunquista e antipolitica, e tantomeno la solita solfa populista sulla politica intesa come casta. Personalmente, nel corso del mio intervento, ho avuto modo di precisare che con questa impostazione demagogica la nostra proposta non c’entrava proprio nulla. Non si trattava infatti, in questo caso, di mettere in discussione cose come gli stipendi o i gettoni di presenza per i consiglieri o per chi partecipa alle commissioni, o i legittimi rimborsi sul lavoro svolto al servizio dell’ente. Su questi argomenti, la posizione di RED è chiara, da sempre: l’impegno politico, oltre a essere un servizio reso ai cittadini, è a tutti gli effetti un lavoro; e il lavoro va retribuito in quanto tale, e c’è poco da discutere, tanto più che, in caso contrario, la politica diventerebbe un lusso per super-ricchi che possono permettersi di dedicarvi tutto il tempo che vogliono, e che i cittadini “normali” spendono lavorando. Ma andare allo stadio gratis, ricevere regali da un’azienda privata che ha rapporti con il pubblico, è una cosa diversa. Questo si chiama privilegio. Un privilegio che tra le altre cose sottrae posti ai cittadini che vorrebbero vedere la partita pagando (le poltroncine riservate ai consiglieri comunali fanno parte di un settore i cui tagliandi sono regolarmente in vendita), ma che soprattutto causa un pesante conflitto di interessi, considerando, è bene sottolinearlo ancora, i rapporti economici tra il Napoli e il comune. Sarebbe stato come se – ho avuto modo di fare un esempio a mio avviso molto efficace, durante la discussione – la vecchia amministrazione, stipulando il contratto con la ditta che si occupa della gestione dell’edilizia pubblica, avesse riservato una quota-servizi alla manutenzione delle case o dei giardini dei consiglieri comunali.
A nulla è servito nemmeno il polverone mediatico alzatosi nelle ultime settimane, che ha ricoperto di ridicolo l’assemblea cittadina, sfruttando assist forniti brillantemente dai consiglieri stessi (vedi l’intervento per cui: siamo tutti i giorni a contatto con i cittadini, almeno fateci andare allo stadio senza pagare!), e che ricomincerà da domani, come è stato annunciato da stampa e televisioni anche a carattere nazionale. Evidentemente davanti a certe cose, non c’è dignità o amor proprio che tenga. Per cui prendi i biglietti e scappa, caro consigliere. E amen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...